MARA. CUCCIOLA DI 15 MESI SOPRAVVISSUTA AD UNA FUCILATA

Se desiderate aiutarci con le spese veterinarie di Mara, potete fare una donazione:
IBAN ▶ IT11 O 02008 12210 000103661795 intestato ad Associazione Città degli Angeli
PayPal ▶ https://www.paypal.me/cittadegliangeli
causale MARA

VENERDI’ 17 AGOSTO 2017

E’ una calda mattina di Agosto, sono le 6.30 del mattino, Mara, assieme al suo compagno di merende Ares, trova un pertugio nella recinzione del rifugio e decide di darsela a gambe per fare una passeggiata tra i campi. Escono per un innocuo giretto e percorrono la strada che di solito fanno in passeggiata con i volontari. Conoscono la zona e, nonostante la mole importante dei due cani, sono molto affabili e si lasciano avvicinare tranquillamente.

Alle 8.30 ci accorgiamo della fuga e iniziamo la ricerca dei fuggiaschi. Siamo abbastanza sicuri di trovarli, anche perché due taglie grandi che viaggiano in coppia, si notano anche da lontano. Il paesaggio poi intorno al rifugio è abbastanza piatto, fatta eccezione per i campi dalle pa
nnocchie alte. “Se si sono infilati lì dentro, faremo fatica a trovarli” ci diciamo. Cominciamo a perlustrare la zona, ma non li troviamo.

Alle ore 13 viene avvistato Ares, da solo, poco lontano dal rifugio, ma di Mara nessuna traccia. L’aria è afosa e c’è talmente tanto caldo che l’asfalto in lontananza sembra deformato. Arriva un amico da Venezia con il suo cane da ricerca, inizia ad annusare in giro ma fa davvero troppo caldo. Il termometro segna circa 38° e decidiamo di sospendere temporaneamente le ricerche. Siamo sicuri che Mara ha trovato un riparo da qualche parte, in rifugio amava scavare buche e mettersi al fresco.

Verso le 15 riceviamo una segnalazione. C’è un cane che zoppica e perde sangue dal petto nella strada perpendicolare al rifugio “se mi avvicino però mi ringhia, non posso restare qui ad aspettarvi, non sono da solo in macchina” di avvertono. In cinque minuti siamo sul posto, ma la nostra cucciolotta sembra sparita nel nulla. La chiamiamo, percorriamo la strada in macchina fino a Loreo, perlustriamo il quadrilatero Grignella-Botta-Passetto, ma ancora niente. Riprendiamo le ricerche a piedi verso le 18 col fresco, una persona ci chiama dicendo di averla vista poco prima, ma si rivela essere un’altra cagnolina di proprietà. Intanto parliamo con un’abitante della via che ci dice di aver sentito alle 7 di quella mattina, uno sparo ed un cane guaire. Noi siamo sempre più preoccupati e pensiamo che non ritroveremo Mara viva.

SABATO 19 AGOSTO

Il giorno successivo riprendiamo le ricerche. Non abbiamo nessuna segnalazione da troppe ore e pensiamo il peggio. I campi di mais devono ancora essere arati, se Mara è andata a morire dentro un campo non la troveremo più. Stampiamo una cinquantina di volantini e li affiggiamo nel circondario. L’appello pubblicato su Facebook per riuscire a ritrovarla ha raggiunto tantissime condivisioni. Le persone si stanno appassionando a questa cucciola che non si trova.

Nel pomeriggio chiamiamo il Centro Cinofilo di Soccorso Gli Angeli di Cavarzere (senza volerlo abbiamo il nome simile), specializzati nel ritrovamento di persone sotto le macerie dei terremoti. E’ l’ultima speranza che abbiamo di trovare Mara. Arriva una carovana di svariate auto con 1 o 2 cani a testa. Ci portiamo nel luogo dell’unico avvistamento che abbiamo avuto, parcheggiamo le auto e, mentre affidiamo i compiti vediamo un movimento sotto una siepe. E’ Mara!!!! Ferita, stanca, assetata, impaurita e disidratata. Presenta delle ferite da arma da fuoco. Praticamente le hanno sparato una rosa di pallini in petto. Voliamo dal veterinario.

Alla Clinica Veterinaria del Benvenuto di Polesella (Ro), dove sono curati la maggior parte dei nostri cani, ci confermano che le hanno sparato a bruciapelo una mitragliata di pallini. Due di essi sono entrati nel cuore e ne stanno compromettendo il funzionamento. Mara ha un versamento di sangue ed il cuore non sta funzionando. La sedano per ulteriori esami. Noi siamo sbigottiti da quanto è successo. Un comportamento del genere, da Far West, a Cavarzere?

DOMENICA 20 AGOSTO

Mara ha superato la notte ed è viva ma non fuori pericolo. La zampa non risponde al momento probabilmente perché i pallini hanno leso i legamenti. Il versamento al cuore si riforma a causa dei due pallini conficcati all’interno. C’e solo da sperare che l’emorragia si fermi ma non siamo ottimisti al momento. Il colpo è stato sparato da distanza molto ravvicinata perché la rosa dei pallini è tutta sul petto. Il campo di ricerca del potenziale assassino si restringe a 2/3 case vicino a dove il cane è stato trovato. Questo individuo (probabilmente un cacciatore) ha sparato intenzionalmente a Mara volendola uccidere o ferire. Le ha sparato in mezzo alle case fuori dal periodo di caccia. Mara è una cucciolotta di 15 mesi. Questo è un individuo PERICOLOSO e va fermato.

LUNEDI’ 21 AGOSTO
ogni puntino è un pallino.

Mara è ancora in clinica ed il dottore dice di non aver mai visto nulla del genere, che Mara dovrebbe entrare nella letteratura veterinaria. Non ha mai visto nessun cane VIVERE nonostante i due pallini nel cuore. Abbiamo visto le lastre e sono impressionanti… il petto di Mara è costellato da centinaia di pallini, una cosa mai vista. Oggi verrà effettuata un’altra ecocardio per vedere se si riesce ad estrarre almeno un pallino. Sempre oggi andremo a sporgere denuncia con la speranza che le Forze dell’Ordine agiscano. Abbiamo fatto qualche ricerca in zona ed abbiamo 2/3 nomi del potenziale delinquente.

MERCOLEDI’ 23 AGOSTO

Ieri Mara è stata sottoposta ad un’altra ecocardio. Il versamento cardiaco si è riassorbito ed i due pallini sono conficcati in due punti non vitali. La speranza è che rimangano per sempre fermi e vengano inglobati dai tessuti così da non creare problemi. Ad ogni modo ha ancora del versamento nel polmone destro che speriamo venga riassorbito e non si riformi.
Se rimane stabile come oggi, i veterinari si dedicheranno all’arto che, in seguito allo sparo ravvicinato, ha il muscolo frantumato dai pallini e il legamento probabilmente leso.
Mara dimostra di avere davvero una tempra incredibile, a dimostrazione che finché c’è vita c’è speranza.
Oggi definiremo la denuncia dai Carabinieri di Cavarzere che si sono dimostrati molto collaborativi ed hanno intenzione di risalire al colpevole.
Intanto la storia di Mara ha un’eco incredibile. Tantissime persone ci mostrano solidarietà, i commenti sotto il post sulla nostra pagina Facebook sono infiniti e Mara finisce sui media locali:
La Voce di Rovigo 23 Agosto
La Voce di Rovigo 24 Agosto
La Voce di Rovigo 25 Agosto
La Piazza
Rovigo Oggi 22 Agosto
Rovigo Oggi 24 Agosto
Corriere del Veneto
Venezia Today
VVox

giovEDI’ 24 AGOSTO

Oggi ottime notizie!!!
Mara sembra essere fuori pericolo. Al momento è stabile, ha ripreso a mangiare ed espleta i suoi bisogni. Il versamento nei polmoni è ancora presente, ma si sta riassorbendo. Lei comunque respira bene. Ora i veterinari si dedicheranno alla zampa con muscolo e tendini maciullati. Al momento la appoggia per tenersi in equilibrio, ma è ancora sotto potente antidolorifico. Se Mara rimarrà stabile oggi e domani, è possibile che nel week end possa essere dimessa e tornare a casa dove dovrà esclusivamente riposare.

sabato 26 AGOSTO

Mara è tornata a casa dopo una settimana di clinica. Non vi descriviamo la gioia con cui si è buttata tra le braccia di Sonia annusando dappertutto e riempiendola di leccatine. Il veterinario ha prescritto una serie di farmaci (antibiotici, antidolorifici ecc…) e riposo assoluto lontano da altri cani e con collare di Elisabetta fino alla guarigione. Ci ha spiegato che i pallini nel cuore si sono conficcati nella parete dell’aorta senza però perforarla, altrimenti sarebbe morta. Intorno a questi pallini si formerà una sorta di callo (passateci il termine) che li ingloberà in modo che non si muovano. Dobbiamo comunque monitorarla perché se dovesse mostrare segni strani (tipo svenimenti o andature strambe) dovrà essere rivalutata. Essendo però un cane giovane e molto forte, sta superando tutto nel migliore dei modi. Il prossimo appuntamento col veterinario sarà l’8 Settembre. Nel frattempo stiamo ricevendo davvero molti aiuti per lei, anche offerte di consulenze gratuite di veterinari ed avvocati per procedere legalmente. Di sicuro non molleremo finché non verrà trovato il colpevole.

lunedi’ 28 agosto
prime spese sostenute per Mara
#SPARATIUNAPIZZA non al cane
#sparatiunapizza
Un titolo ironico per un evento di raccolta fondi che ci aiuterà ad affrontare le spese veterinarie della clinica che pensiamo saranno davvero molto MOLTO alte.

COSA? Pizzata solidale
QUANDO? Domenica 17 Settembre alle ore 20.30
DOVE? Circolo Tennis di Rovigo, V.le Tre Martiri.
QUANTO COSTA? Con 15€ avrete pizza, bibita o birra e caffè.
COME PARTECIPARE? Manda un sms o Whatsapp al 340/4025772 oppure email a info@cittadegliangeli.org.

MARTEDI’ 5 SETTEMBRE

E’ arrivato il preventivo della clinica.

GIOVEDì 26 OTTOBRE 2017

A distanza di quasi due mesi dal brutto incidente, Mara si è totalmente ripresa ed ha ricominciato a giocare incurante di quello che ha passato. Per lei, grazie alla vostra generosità, sono stati raccolti circa 2.900€. Circa 1.500€ hanno coperto le spese veterinarie e dei farmaci, il resto lo stiamo usando per il suo mantenimento (ed abbiamo utilizzato qualcosina anche per qualche altra emergenza…).
Mara continua a essere monitorata per verificare che i pallini nell’aorta stiano buoni buoni dove sono e non si muovano creando danni irreversibili.

Please follow and like us:

You Might Also Like